logo

Come migliorare l'equilibrio tra lavoro e vita privata oggi: il work-life balance

Conciliare la tua vita professionale e personale può essere difficile, ma è essenziale. Come puoi migliorare il tuo equilibrio tra lavoro e vita privata.

Spesso, il lavoro ha la precedenza su tutto il resto della nostra vita. Il nostro desiderio di avere successo professionalmente può spingerci a mettere da parte il nostro benessere. Oppure, non possiamo dire di non ad un capo poco empatico con la nostra vita fuori dal lavoro.

Creare un equilibrio armonioso tra lavoro e vita privata o integrazione tra lavoro e vita privata è fondamentale, tuttavia, per migliorare non solo il nostro benessere fisico, emotivo e mentale, ma è anche importante per la nostra carriera.

Work-life balance: cos'è l'equilibrio tra lavoro e vita privata?

In breve, l'equilibrio tra lavoro e vita privata è lo stato di equilibrio in cui una persona dà priorità equamente alle esigenze della propria carriera e alle esigenze della propria vita personale. Alcuni dei motivi comuni che portano a uno scarso equilibrio tra lavoro e vita privata includono:

  • Maggiori responsabilità sul lavoro
  • Orario di lavoro più lungo
  • Maggiori responsabilità in casa
  • Avere figli

"I datori di lavoro che si impegnano a fornire ambienti che supportino l'equilibrio tra lavoro e vita privata per i propri dipendenti possono risparmiare sui costi, sperimentare meno casi di assenteismo e godere di una forza lavoro più leale e produttiva", ha affermato Chancey, esperto di carriera prfessionale e CEO di Amplio Recruiting.

Quando crei un programma che funzioni per te, pensa al modo migliore per raggiungere l'equilibrio sul lavoro e nella tua vita personale. Chancey ha affermato che l'equilibrio tra lavoro e vita privata riguarda meno la divisione delle ore della tua giornata in modo uniforme tra lavoro e vita personale e, invece, riguarda più la flessibilità per portare a termine le cose nella tua vita professionale pur avendo tempo ed energia per goderti il ​​tuo personale vita. Potrebbero esserci alcuni giorni in cui lavori più ore in modo da avere tempo più avanti nella settimana per goderti altre attività. 

Ecco otto modi per creare un migliore work-life balance, oltre a come essere un manager di supporto.

1. Accetta che non esiste un "perfetto" equilibrio tra lavoro e vita privata.

Quando senti "equilibrio tra lavoro e vita privata", probabilmente immagini di avere una giornata estremamente produttiva al lavoro e di partire presto per trascorrere l'altra metà della giornata con amici e familiari. Anche se questo può sembrare l'ideale, non è sempre possibile. 

Non lottare per il programma perfetto; lottare per uno realistico. Alcuni giorni potresti concentrarti maggiormente sul lavoro, mentre altri giorni potresti avere più tempo ed energie per dedicarti ai tuoi hobby o trascorrere del tempo con i tuoi cari. L'equilibrio si ottiene nel tempo, non ogni giorno. 

"È importante rimanere fluidi e valutare costantemente dove ti trovi rispetto ai tuoi obiettivi e priorità", ha affermato Heather Monahan, fondatrice del gruppo Boss in Heels . "A volte i tuoi figli potrebbero aver bisogno di te e altre volte potresti aver bisogno di viaggiare per lavoro, ma permettere a te stesso di rimanere aperto a reindirizzare e valutare le tue esigenze in qualsiasi giorno è fondamentale per trovare l'equilibrio". 

2. Trova un lavoro che ami.

Sebbene il lavoro sia una norma sociale prevista, la tua carriera non dovrebbe essere restrittiva. Se odi quello che fai, non sarai felice, chiaro e semplice. Non devi amare ogni aspetto del tuo lavoro, ma deve essere abbastanza eccitante da non temere di alzarti dal letto ogni mattina. 

Monahan ha consigliato di trovare un lavoro che ti appassiona così tanto da farlo gratuitamente. "Se il tuo lavoro ti sta prosciugando e hai difficoltà a fare le cose che ami al di fuori del lavoro, qualcosa non va", ha detto Monahan. “Potresti lavorare in un ambiente tossico, per una persona tossica, o fare un lavoro che non ami davvero. Se questo è il caso, è tempo di trovare un nuovo lavoro".

3. Dai priorità alla tua salute.

La tua salute fisica, emotiva e mentale generale dovrebbe essere la tua preoccupazione principale. Se combatti con l'ansia o la depressione e pensi che la terapia ti possa avvantaggiare, adatta quelle sessioni al tuo programma, anche se devi lasciare il lavoro presto o abbandonare la lezione serale di spinning. Se stai  combattendo una malattia cronica , non aver paura di ammalarti nei giorni difficili. Lavorare troppo ti impedisce di stare meglio, forse facendoti prendere più giorni di ferie in futuro. 

"Dare la priorità alla tua salute prima di tutto ti renderà un dipendente e una persona migliore", ha affermato Monahan. "Ti mancherà meno lavoro e quando sarai lì, sarai più felice e più produttivo." 

La priorità della tua salute non deve consistere in attività radicali o estreme. Può essere semplice come la meditazione quotidiana o l'esercizio. 

4. Non aver paura di staccare la spina.

Tagliare di tanto in tanto i legami con il mondo esterno ci consente di riprenderci dallo stress settimanale e ci dà spazio per far emergere altri pensieri e idee. Staccare la spina può significare qualcosa di semplice come praticare la meditazione di transito durante i tuoi spostamenti quotidiani, invece di controllare le e-mail di lavoro. 

Monahan ha detto che quando viaggiava con il suo capo per lavoro, si voltava per trovarlo a leggere un romanzo mentre lei faceva qualcosa di legato al lavoro. 

"All'epoca non capivo che si stava concedendo una pausa e si decomprimeva mentre mi stavo portando a un potenziale esaurimento", ha detto Monahan. 

Ora, Monahan pratica la stessa tattica. Ha ribadito che prendersi quel tempo per rilassarsi è fondamentale per il successo e ti aiuterà a sentirti più energico quando sei in orario.

5. Fai una vacanza.

A volte, staccare davvero la spina significa prendersi delle ferie e interrompere completamente il lavoro per un po'. Che la tua vacanza consista in un soggiorno di un giorno o in un viaggio di due settimane alle Maldive, è importante prendersi del tempo per ricaricarsi fisicamente e mentalmente. 

Secondo lo  studio State of American Vacation condotto dalla US Travel Association, il 52% dei dipendenti ha riferito di aver lasciato giorni di ferie non utilizzati alla fine dell'anno. I dipendenti sono spesso preoccupati che prendersi una pausa interrompa il flusso di lavoro e al loro ritorno incontreranno un arretrato di lavoro. Questa paura non dovrebbe impedirti di fare una pausa tanto necessaria. 

“La verità è che non c'è nobiltà nel non sottrarre il meritato tempo al lavoro; i vantaggi di prendersi un giorno libero superano di gran lunga gli aspetti negativi", ha affermato Chancey. "Con una pianificazione adeguata, puoi prenderti del tempo senza preoccuparti di gravare sui tuoi colleghi o di dover affrontare un enorme carico di lavoro al tuo ritorno". 

6. Trova del tempo per te stesso e per i tuoi cari.

Anche se il tuo lavoro è importante, non dovrebbe essere tutta la tua vita. Eri un individuo prima di assumere questa posizione e dovresti dare la priorità alle attività o agli hobby che ti rendono felice. Chancey ha affermato che il raggiungimento dell'equilibrio tra lavoro e vita privata richiede un'azione deliberata. 

"Se non pianifichi fermamente il tempo personale, non avrai mai tempo per fare altre cose al di fuori del lavoro", ha detto Chancey. "Non importa quanto frenetico possa essere il tuo programma, alla fine hai il controllo del tuo tempo e della tua vita." 

Quando pianifichi il tempo con i tuoi cari, crea un calendario per appuntamenti romantici e familiari. Può sembrare strano pianificare uno contro uno con qualcuno con cui vivi, ma ti assicurerà di trascorrere del tempo di qualità con loro senza conflitti tra lavoro e vita privata. Solo perché il lavoro ti tiene occupato non significa che dovresti trascurare le relazioni personali. 

"Renditi conto che nessuno nella tua azienda ti amerà o ti apprezzerà come fanno i tuoi cari", ha detto Monahan. "Inoltre [ricorda] che tutti sono sostituibili al lavoro, e non importa quanto tu pensi che il tuo lavoro sia importante, l'azienda non perderà un colpo domani se te ne vai."

7. Stabilisci limiti e orari di lavoro.

Stabilisci dei limiti per te e i tuoi colleghi, per evitare il burnout. Quando esci dall'ufficio, evita di pensare a progetti imminenti o di rispondere alle email aziendali . Prendi in considerazione l'idea di avere un computer o un telefono separato per il lavoro, in modo da poterlo spegnere quando esci. Se ciò non è possibile, utilizza browser, e-mail o filtri separati per le tue piattaforme di lavoro e personali.

Inoltre, Chancey ha consigliato di impostare orari di lavoro specifici. “Se lavori fuori casa oa casa, è importante determinare quando lavorerai e quando smetterai di lavorare; in caso contrario, potresti trovarti a rispondere a e-mail di lavoro a tarda notte, durante le vacanze o nei fine settimana liberi”, ha affermato Chancey. 

Chancey ha consigliato di informare i membri del team e il tuo manager dei limiti oltre i quali non puoi essere accessibile perché sei impegnato in attività personali. Ciò contribuirà a garantire che comprendano e rispettino i limiti e le aspettative sul posto di lavoro.

8. Stabilisci obiettivi e priorità (e rispettali).

Stabilisci obiettivi raggiungibili implementando strategie di gestione del tempo, analizzando la tua lista di cose da fare e ritagliando le attività che hanno poco o nessun valore. 

Presta attenzione a quando sei più produttivo sul lavoro e blocca quel tempo libero per le tue attività lavorative più importanti. Evita di controllare la posta elettronica e il telefono ogni pochi minuti, poiché si tratta di attività che fanno perdere tempo e fanno deragliare la tua attenzione e produttività. Strutturare la giornata può aumentare la produttività sul lavoro, il che può comportare più tempo libero per rilassarsi al di fuori del lavoro.

L'ascesa del posto di lavoro flessibile

Coloro che mantengono un equilibrio di successo tra i loro spesso puntano ai loro orari di lavoro flessibili. Ricerche recenti hanno rilevato che negli ultimi sette anni molti datori di lavoro hanno consentito ai lavoratori una maggiore flessibilità sia con i loro orari che con il luogo di lavoro.

"È chiaro che i datori di lavoro continuano a lottare con meno risorse per i benefici che comportano un costo diretto", ha affermato Ken Matos, ricercatore capo e direttore senior della ricerca e pratica dell'occupazione presso l'organizzazione di ricerca senza scopo di lucro Families and Work Institute . "Tuttavia, hanno considerato prioritario garantire ai dipendenti l'accesso a una più ampia varietà di vantaggi che si adattano alle loro esigenze individuali e familiari e che migliorano la loro salute e il loro benessere".

La flessibilità può ripagare i datori di lavoro a lungo termine. "Guardando al futuro, è chiaro che per rimanere competitivi, i datori di lavoro devono trovare il modo di offrire opzioni di lavoro flessibili se vogliono attrarre e trattenere i migliori talenti", ha affermato Hank Jackson, presidente e CEO della Society for Human Resource Management .

"L'equilibrio tra lavoro e vita privata significherà cose diverse per persone diverse perché, dopo tutto, abbiamo tutti impegni di vita diversi", ha affermato Chancey. "Nel nostro mondo sempre attivo, l'equilibrio è una cosa molto personale e solo tu puoi decidere lo stile di vita più adatto a te."

Come essere un manager solidale

Per aiutare i manager a svolgere un lavoro migliore nel sostenere gli sforzi dei propri dipendenti per raggiungere un equilibrio più sano tra lavoro e vita privata, Robert Half Management Resources offre quattro suggerimenti

  1. Scopri a cosa aspirano i tuoi dipendenti. Non tutti hanno gli stessi obiettivi di equilibrio tra lavoro e vita privata. Parla con ogni dipendente dei suoi obiettivi, quindi determina cosa puoi fare per aiutarli. Alcuni dipendenti potrebbero trarre vantaggio dal lavorare in remoto un paio di giorni alla settimana, mentre altri potrebbero preferire modificare il proprio programma di lavoro quotidiano. È importante essere aperti e flessibili. 
  2. Dai il buon esempio. I tuoi dipendenti seguono il tuo esempio. Se invii e-mail a tutte le ore del giorno e della notte o lavori sodo nei fine settimana, il tuo staff pensa che sia quello che ci si aspetta anche da loro. 
  3. Fai sapere ai dipendenti quali sono le loro opzioni. Mentre i datori di lavoro in genere fanno un buon lavoro nell'evidenziare le loro offerte di equilibrio tra lavoro e vita privata ai potenziali candidati al lavoro, lo stesso non si può dire per comunicare tali iniziative ai dipendenti attuali. Discuti regolarmente con i tuoi dipendenti delle opzioni a loro disposizione. Inoltre, siediti con i futuri genitori e discuti delle opzioni di congedo parentale. 
  4. Rimani in prima linea. È importante tenere il passo con le tendenze emergenti nel work-life balance. Ciò che funziona oggi per i dipendenti potrebbe non essere adatto tra un anno. Mantieni aggiornate le tue iniziative per l'equilibrio tra lavoro e vita privata e offri i vantaggi richiesti. Inoltre, considera di offrire programmi di vita lavorativa.
  5. Automatizza i sistemi dentro l'azienda, come marketing e vendite.

Network di siti: fromlu.com & talentoumano.org

Privacy: questo sito non raccoglie dati personali.